scroll_to_top.svg

Vernazza: fronte del porto

Vernazza è l’unico minuscolo porto nel tratto di costa fra Portovenere e Monterosso: uno sperone di roccia, sul quale sono state fondate una parte di case del paese e il lungo molo che si allunga nel mare fin quasi a raggiungere l’altro lato della baia, proteggono questo piccolo specchio di mare dai marosi, consentendo agli abitanti di ormeggiare in sicurezza i tipici gozzi liguri, che vengono issati a terra e posizionati nella piazzetta principale del paese, soltanto in presenza di mareggiate eccezionali.

Le prime notizie di Vernazza risalgono al 1080 e sin dal medioevo era famosa perché qui veniva imbarcato lo sciacchetrà, squisito vino passito locale che veniva esportato anche oltre confine. Il paese viveva dei commerci legati al porto e divenne un importante arsenale per la costruzione e riparazione delle tipiche imbarcazioni liguri.

Principale fortificazione del borgo è il castello risalente al XI secolo, costruito su uno sperone di roccia a 70 metri sul livello del mare; dalle sue mura spicca la torre Doria, punto di avvistamento dell’epoca e grande scorcio panoramico su questo spettacolare tratto di costa del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Dalla torre si può ammirare Vernazza in tutto il suo splendore: le case dai tipici colori liguri si allargano ad anfiteatro attorno al porticciolo, gli stretti caruggi, le ripide scalinate, la montagna che incombe sopra i tetti di ardesia e abbraccia il paesino, quasi a nasconderlo per chi guarda dal mare.

Il monumento più suggestivo è la chiesa di Santa Margherita di Antiochia, risalente al 1318, fondata sugli scogli che si affacciano sul porto, che da secoli regge gli urti delle onde del mar ligure, simbolo della tenacia degli abitanti di questi luoghi, in eterna lotta con la natura per la propria sopravvivenza.

Nell’ottobre del 2011 Vernazza è stata colpita assieme a Monterosso, da una terribile alluvione che ha portato per le strade del borgo tonnellate di terra e sassi sino al primo piano delle case, creando addirittura una nuova spiaggia sul litorale est del borgo dove prima c’erano soltanto scogli e fondali profondissimi.

Sicuramente Vernazza è una delle perle delle Cinque Terre e quindi vi consigliamo di visitarla raggiungendola via mare col servizio di battello che collega tutte le Cinque Terre, via ferrovia coi comodi treni regionali o meglio ancora via terra con la splendida rete sentieristica proveniendo da Corniglia o da Monterosso.

 

Scopri anche

23 Ottobre 2020

La sagra dei limoni di Monterosso

scopri

9 Ottobre 2020

La Via dell’Amore: le origini.

scopri

21 Aprile 2020

Lerici e San Terenzo: la baia degli inglesi

scopri

22 Marzo 2020

Vernazza: fronte del porto

scopri

7 Dicembre 2019

Corniglia: una terrazza sul mare

scopri

8 Settembre 2019

Il sentiero 436: da Montemarcello a Punta Corvo

scopri

22 Aprile 2019

L’acciuga di Monterosso

scopri

3 Dicembre 2018

La Via Francigena: camminare nella storia.

scopri

18 Settembre 2018

Il Sentiero 508 : da Vernazza a Reggio

scopri

2 Maggio 2018

Portovenere: splendida perla sul mar!

scopri

11 Gennaio 2018

Montereggio: paese di librai e di editori.

scopri

15 Novembre 2017

Da Lerici a Bocca di Magra col sentiero Liguria (SL)

scopri

13 Agosto 2017

L’isola Palmaria

scopri

14 Marzo 2017

Sciacchetrail 2017 – Terza edizione

scopri

24 Gennaio 2017

Tellaro : la perla del Golfo dei Poeti.

scopri

20 Novembre 2016

Da Vernazza a Riomaggiore passando per i santuari

scopri

26 Settembre 2016

SCIACCHETRA’ 2016 : la tradizione continua…

scopri

7 Maggio 2016

L’ Alta Via del Golfo – Da Portovenere alla Foce

scopri

9 Dicembre 2015

I sentieri della Palmaria

scopri

1 Ottobre 2015

L’arcipelago del Golfo della Spezia

scopri

Vedi tutti
gli altri articoli