scroll_to_top.svg

La Pieve di Marinasco: terrazza sul golfo dei Poeti

La Pieve di Santo Stefano, fondata sulla splendida collina di Marinasco, risale al 950 e fu concepita come luogo ospitale lungo un antico percorso e stava ad indicare un segnale di aiuto al viandante alla ricerca di cibo e ricovero. Il luogo si trova lungo un antico tracciato romano che collegava la val di Magra alla val di Vara, proseguendo poi verso la Gallia, l’attuale Francia.

Il piazzale di Marinasco, pavimentato con lastre di arenaria ed arredato con panchine e lampioni d’epoca, rappresenta uno dei più suggestivi belvederi, aperti sulla città della Spezia e sul suo splendido Golfo dei Poeti. La pieve è una delle cinque più antiche che si affacciano sul Golfo: Ameglia, Trebbiano, Baccano di Arcola, San Venerio e Marinasco. Erano antiche unità territoriali che hanno origine ligure preromana dette “pagus”, poi sostituite in epoca cristiana dalle pievi.

Tutta la parte nord-centrale ed occidentale del Golfo dei Poeti rientrava nella circoscrizione della pieve di Marinasco, il cui borgo fortificato era situato nell’antico castello di Vesigna, nell’attuale Forte Castellazzo; lo sbocco a mare di Marinasco era l’insenatura di San Vito di Marola, antico insediamento testimoniato dai ritrovamenti archeologici emersi duranti gli scavi ottocenteschi per la realizzazione dei bacini dell’Arsenale Militare.

Di particolare rilievo architettonico sull’edifico della chiesa è il portale laterale esterno sul lato ovest, con un arco scolpito in pietra arenaria locale, impreziosito nel 1984 da un bassorilievo in bronzo che rappresenta il martirio di Santo Stefano, opera dello scultore Pietro Ravecca. A destra del portale è murato un capitello della chiesa più antica, scavato con funzione di acquasantiera. All’interno la splendida vasca battesimale risale al 1436, in quanto il rito del battesimo, in quel tempo, era esclusivamente riservato alle pievi. Il soffitto è decorato con affreschi del 1875, mentre l’organo fu costruito nel 1822 dai fratelli Mentasti.

Attualmente stanno procedendo da anni lavori di restauro e consolidamento delle strutture della chiesa, considerato il precario stato di stabilità geologica del colle su cui era stata costruita, ma saranno necessari ulteriori finanziamenti da parte delle istituzioni per realizzare il totale recupero di questo storico edificio, così fondamentale per la storia millenaria del nostro territorio.

Scopri anche

8 Ottobre 2021

Creuza de Ma: mulattiera di mare.

scopri

18 Marzo 2021

Anello San Terenzo – La Serra – Rocchetta – Zanego – Lerici

scopri

8 Dicembre 2020

La Pieve di Marinasco: terrazza sul golfo dei Poeti

scopri

6 Novembre 2020

L’Antro del Corchia: il gioiello delle Alpi Apuane

scopri

23 Ottobre 2020

La sagra dei limoni di Monterosso

scopri

9 Ottobre 2020

La Via dell’Amore: le origini.

scopri

21 Aprile 2020

Lerici e San Terenzo: la baia degli inglesi

scopri

22 Marzo 2020

Vernazza: fronte del porto

scopri

7 Dicembre 2019

Corniglia: una terrazza sul mare

scopri

8 Settembre 2019

Il sentiero 436: da Montemarcello a Punta Corvo

scopri

22 Aprile 2019

L’acciuga di Monterosso

scopri

3 Dicembre 2018

La Via Francigena: camminare nella storia.

scopri

18 Settembre 2018

Il Sentiero 508 : da Vernazza a Reggio

scopri

2 Maggio 2018

Portovenere: splendida perla sul mar!

scopri

11 Gennaio 2018

Montereggio: paese di librai e di editori.

scopri

15 Novembre 2017

Da Lerici a Bocca di Magra col sentiero Liguria (SL)

scopri

13 Agosto 2017

L’isola Palmaria

scopri

14 Marzo 2017

Sciacchetrail 2017 – Terza edizione

scopri

24 Gennaio 2017

Tellaro : la perla del Golfo dei Poeti.

scopri

20 Novembre 2016

Da Vernazza a Riomaggiore passando per i santuari

scopri

Vedi tutti
gli altri articoli

Scopri il nostro B&B nel cuore del Parco delle Cinque Terre

Nel borgo di Volastra offriamo camere doppie, triple, quadruple ed appartamenti con colazione servita sulla nostra terrazza con vista mare mozzafiato.

B&B "Il Vigneto
Cinque Terre"