Blog / Storia

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Portovenere: splendida perla sul mar!

Postato il 2 maggio 2018, in Blog

Portovenere è uno stupendo borgo marinaro, posto all’estremità occidentale del Golfo della Spezia fondato su un promontorio stretto fra l’isola Palmaria e la frastagliata e ripida scogliera che si affaccia sul Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Le sue origini sono millenarie, visto che esisteva già all’epoca della colonizzazione romana della  città di Luni e fu un’importante stazione marittima nelle rotte delle navi romane verso la Gallia e l’Iberia, tanto che nel 161 D.C. compare nell’itinerario marittimo dell’imperatore Antonino Augusto.

Vive il massimo splendore durante il dominio della Repubblica di Genova, di cui diventa colonia dall’anno 1113 per circa 700 anni e del quale sono testimonianza la mirabile porta d’accesso al centro storico, la chiesa di San Lorenzo, la chiesa di San Pietro  e il castello Doria.

La parte più affascinante del borgo è quella composta dalle caratteristiche case-torri con diversi e sfavillanti colori, schierate lungo la passeggiata a mare, poste a protezione del lungo percorso pedonale interno, detto “U Carugiu” in dialetto ligure, che taglia in orizzontale tutto il paese fino a sfociare sul selciato della ripida scogliera dove sorge la splendida chiesetta di San Pietro. (altro…)

Sant'Apolinnare

Montereggio: paese di librai e di editori.

Postato il 11 gennaio 2018, in Blog

Montereggio è un piccolo borgo di origine medioevale, che si trova in Lunigiana e precisamente nel comune di Mulazzo in provincia di Massa Carrara, arroccato su una collina, in posizione strategica in quanto sorge in prossimità del Passo dei Casoni che congiungeva la val di Magra alla val di Vara, alla via Francigena e al Mar Ligure. L’importanza strategica del luogo è testimoniata dalla sua raffigurazione nella galleria delle carte geografiche dei Musei Vaticani.

Nella piazza principale del paese sorge il Palazzo dei Marchesi Malaspina, testimonianza della nobile famiglia massese che dominò il feudo di Mulazzo e l’intera Lunigiana per secoli.

Ma la fama di Montereggio si deve ai suoi abitanti che, fin dalla prima metà del 1800, con l’arrivo della primavera, lasciavano la famiglia e a piedi, con gerle piene di libri, partivano alla volta delle città del centro nord; ben presto capirono che in quei luoghi il mestiere di ambulante di libri poteva essere la porta d’ingresso verso una vita migliore. Molti di quelli partiti per primi vendevano libri senza sapere leggere, ma le generazioni successive passarono alla bancarella ed infine alla libreria; molte di queste librerie diventarono importanti punti d’incontro e di scambio culturale. (altro…)

Palmaria

L’isola Palmaria

Postato il 13 agosto 2017, in Attualità

L’isola Palmaria ricade nel territorio comunale di Portovenere, così come le sorelle Tino e Tinetto, sentinella del Golfo della Spezia sul versante di ponente.

Si estende per circa 2 km quadrati e rappresenta un’importante oasi naturalistica, oltre ad essere ricca di testimonianze dell’architettura militare e addirittura di tracce preistoriche.

Difatti in una delle sue pareti a strapiombo sul mare aperto verso la Punta Dante, si apre la Grotta dei Colombi, considerata la dimora dei primi abitanti del Golfo della Spezia; il celebre geologo e paleontologo Giovanni Capellini, senatore del Regno d’Italia, la esplorò nel 1869, rinvenendo ossa umane e di animali, armi, frammenti di rozze stoviglie d’argilla, conchiglie e denti forati, ipotizzando che quell’uomo primitivo vivesse di caccia e di pesca ed usasse agghindarsi con ciondoli e collanine.

L’isola è ricca di vegetazione e presenta una folta macchia mediterranea fra cui una varietà rara di ginepro e la Centaurea veneris, detto il Fiordaliso di Porovenere, che cresce sulle falesie più impervie del monte Muzzerone e delle isole, persino sulle pareti a strapiombo attrezzate per l’arrampicata sportiva. (altro…)

AFCRO (163)

I pirati alle Cinque terre e nel Golfo dei Poeti

Postato il 21 giugno 2015, in Blog

Nel Cinquecento sulle coste liguri e quindi anche alle Cinque Terre e nel golfo della Spezia si abbatté un pericolo che terrorizzò, per circa 300 anni, le popolazioni: i corsari “turcheschi”. A distanza di secoli, dopo le ultime incursioni saracene del terribile re Mughetto, predoni turchi e berberi, provenienti dall’Oriente, da Tunisi ad Algeri, a volte cristiani convertiti al’Islam, con le loro agili navi giunsero alla vista dei borghi marinari.

Khair-ed-Din, il Barbarossa, capo delle flotte dell’impero ottomano, Draghut, Uccialì, un rinnegato nato sulle coste calabresi, Giaffer, furono i comandanti più noti delle spedizioni che, nella bella stagione, risalivano i mari Tirreno e Ligure, saccheggiando paesi e razziando uomini e donne, oggetto di riscatto o di vendita come schiavi. (altro…)

portovenere

Il Golfo dei Poeti

Postato il 21 febbraio 2015, in Storia

Il golfo della Spezia è un'ampia e profonda insenatura del Mar Ligure e prende il nome dalla città della Spezia, sede di uno dei principali arsenali della Marina Militare.

Alle due estremità del golfo si trovano i due splendidi borghi di Portovenere e Lerici, entrambe località a grande vocazione turistica, con splendide spiagge di sabbia che si alternano a tratti di scogliera rocciosa.

Il golfo è protetto da una catena di monti tutt'intorno, delimitato dal promontorio di Portovenere con le isole Palmaria, Tino e Tinetto ad ovest e dalla costa di Lerici ad est. Per questo motivo risulta quindi esposto ai soli venti di scirocco e parzialmente di tramontana ed è invece riparato da quelli più potenti di libeccio, garantendo così un mare mai agitato e sempre tranquillo per tutto l’anno.

(altro…)